show sidebar & content

Cosa Facciamo

Fin dall’inizio del 1900 la “Famiglia Salicella” ha allevato bufale,  diventando un punto di riferimento nella produzione del latte per i caseifici della Campania.
Nel 1946 abbiamo iniziato a “fare” la mozzarella e la ricotta di bufala seguendo, come tradizione vuole, un procedimento artigianale, che continua tutt’ora nel pieno rispetto della natura e delle vigenti norme in materia di igiene dettate dal “Consorzio di Tutela della Mozzarella di Bufala”.

Slow Food. Valutazione organolettica: Colore bianco opaco con riflessi gialli. La pasta mostra un aspetto poco slegato e compatto, ma allo stesso tempo spugnoso. Il distacco della pellicola è difficoltoso. L’impatto olfattivo rivela un sentore di latte fresco e lievemente pungente, come quello dello yogurt. Si avverte un odore di funghi e stalla. In bocca la mozzarella ha una consistenza morbida, burrosa con un accentuato flavour di latte fresco.